EDUCatt - Ente per il diritto allo studio dell'Università Cattolica

Link funzionali

Accessibilità
Contatti
English

Menù istituzionale

 

DOCENTI

 

SEDI

I-catt

Libri - Soluzioni e strumenti

Presentazione del volume

 


La copertinaPICASSO GIUSEPPE, INTRODUZIONE ALLA STORIA DELLA CHIESA, 2001, 116 pp., Euro 7

“Vi È un modo cristiano di pensare, che È la storia... La stessa nozione di un tempo scandito, orientato, la nozione di storicità, È inerente al cristianesimo” (G. Duby).
Perché una storia della Chiesa? A ben riflettere esiste una motivazione di fondo che giustifica la storia della Chiesa, e la si può cogliere se si tiene presente che sussiste un nesso profondo tra la natura stessa della storia e la realtà della Chiesa nel suo secolare cammino: la storia È cresciuta nell’alveo del pensiero cristiano, anzi “il cristianesimo È una religione di storici” (Bloch).
In questa Introduzione, con la fisionomia pratica e adatta a chi si accosta alla storia della Chiesa per la prima volta con metodo scientifico, sono raccolte alcune lezioni di carattere metodologico, che rispondono all’esigenza di apprendere o rinsaldare un metodo capace di farci intravedere la ricchezza di ‘questa’ storia, nella possibilità di continuare a coltivare un interesse che sta alla base della storia stessa.
«Infine, [...] non può essere se non un richiamo al metodo storico-critico che da parte nostra dobbiamo sempre adoperare nei nostri lavori e dobbiamo altresì esigere da quanti condividono il nostro medesimo interesse. Se esiste una disciplina che richiede un metodo severo, che non può indulgere ad approssimazioni, che non può lasciare spazio a tesi precostituite, questa È proprio la storia della Chiesa, perché, come ha recentemente ricordato uno storico francese, Jean Chélini, “l’église n’a pas besoin d’apologie, mais de verité”».

Ordina :: Indietro :: In cima :: Tutte le presentazioni

Bacheca