EDUCatt - Ente per il diritto allo studio dell'UniversitÓ Cattolica

Link funzionali

AccessibilitÓ
Contatti
English

Men¨ istituzionale

 

DOCENTI

 

SEDI

I-catt

Libri - Soluzioni e strumenti

Presentazione del volume

 


La copertinaGHEZZI ANGELO GIORGIO (A, L'ARCHIVIO TEORIA, FUNZIONE, GESTIONE E LEGISLAZIONE, 2005, 764 pp., Euro 39

Il volume raccoglie saggi, documenti e provvedimenti legislativi dell'articolato panorama archivistico attuale e intende offrire un quadro dei problemi e delle tematiche che la riflessione storiografica ha sottoposto ad analisi ponendo in luce momenti e aspetti della funzione di archivio, istituzione che nel corso degli ultimi anni ha vissuto e vive una fase di evoluzione. L'archivio infatti mantiene la sua funzione originaria di istituto "di conservazione delle memorie" ma si apre anche alle nuove esigenze di un più vasto pubblico e del territorio in cui È inserito: si rende non solo luogo ove viene custodito e tramandato nel tempo il ricco patrimonio documentale giuridico e amministrativo ma anche luogo di studio e di ricerca scientifica e promotore di iniziative in campo culturale aperte al pubblico.
Le prime tre sezioni riguardano la teoria archivistica (L'archivio: teoria e sviluppo storico di una struttura amministrativa e culturale), la struttura e l'ordinamento degli archivi (Strutture e ordinamento degli archivi) e i problemi relativi alla gestione e funzione dell'archivio inteso come luogo di conservazione (Gestione e funzione dell'archivio luogo di conservazione).
Altrettanto importante È sembrato sottolineare l'aspetto che riguarda il rapporto tra archivio e didattica (Gestione e funzione dell'archivio luogo di studio e di ricerca). L'argomento merita attenzione e riveste un interesse particolare soprattutto in considerazione del fatto che vengono proposti a livello accademico e professionale corsi di preparazione alla funzione di archivista e che trovano proprio nell'ente "archivio" il luogo di elezione per verificare teorie, sperimentare metodi e sistemi di conservazione, conoscere la macchina organizzativa e amministrativa che consente una corretta gestione di un istituto così particolare.
Un capitolo È stato dedicato a Milano (Conservazione e classificazione dei documenti: il caso di Milano. 1 I documenti ufficiali dell'autorità religiosa e civile in materia di tutela del patrimonio documentale, 2 Il contributo della critica), dove nel secondo Settecento le autorità religiose e civili hanno elaborato e posto in essere, ciascuno nel proprio ambito di competenze, una serie di provvedimenti per la tutela del patrimonio documentale. Scorrere le disposizioni del cardinale arcivescovo Giuseppe Archinti o i "piani" emanati da Maria Teresa a partire dal 22 maggio 1769 e realizzati con i decreti del 4 settembre 1775 il Piano per l'Archivio Panigarola da ristabilirsi in Milano, le Istruzioni per il Regolamento del pubblico archivio, la Tariffa de' diritti spettanti all'archivio pubblico coerentemente all'editto generale significa, non solo per la conservazione delle carte ma anche per il loro corretto utilizzo, ripercorrere i momenti che hanno consentito la realizzazione dell'archivio, luogo di custodia delle carte e dei diritti, aperto alla consultazione, al servizio non solo dell'autorità ma anche del privato cittadino.
Chiude il volume una rassegna dei principali testi di legislazione in materia di tutela dei beni culturali con particolare riferimento agli archivi. La composizione del volume È stata resa possibile grazie alla cortesia degli autori dei singoli saggi che ne hanno consentito la pubblicazione in quella sede.
(dalla Premessa al volume)

Ordina :: Indietro :: In cima :: Tutte le presentazioni

Bacheca