EDUCatt - Ente per il diritto allo studio dell'Università Cattolica

Link funzionali

Accessibilità
Contatti
English

Menù istituzionale

 

DOCENTI

 

SEDI

I-catt

Libri - Soluzioni e strumenti

Presentazione del volume

 


La copertinaGHIDINI MARIA CANDIDA, LA CORTE E IL CORTILE. ASPETTI DELLA CULTURA NOBILIARE RUSSA TRA SETTECENTO E OTTOCENTO, 2002, 252 pp., Euro 13,5

Fino alla metà del XIX secolo la cultura russa moderna È stata soprattutto una cultura nobiliare. La conoscenza della civiltà russa del Settecento e dell’Ottocento, dunque, non può prescindere dalla conoscenza della storia della nobiltà. E’ indubbio che dal Settecento in poi la Russia diventi un interlocutore partecipe a pieno diritto della cultura europea. Ma È vero anche che la particolare evoluzione storica del paese ha portato alla formazione di un assetto sociale decisamente diverso rispetto alle situazioni conosciute dal resto dell’Europa.

Studiando le vicende della nobiltà russa da Pietro il Grande fino alla prima metà dell’Ottocento, il libro propone una riflessione sulla peculiarità della storia russa rispetto a quella europea. Nonostante il cammino compiuto e i privilegi ottenuti, per l’intero periodo imperiale la nobiltà russa fu alla ricerca di una propria fisionomia, perché il suo status oscillava tra l’indubbia posizione di ceto dominante e la forte dipendenza dall’autocrazia, tra la partecipazione a larghe fette di potere ricevuto quasi in appalto dal regime e il ruolo di opposizione al regime stesso.

La presente pubblicazione esamina la posizione del nobile all’interno della società del suo tempo, ma soprattutto, fa emergere la tormentata autocoscienza del nobile colto che, in particolare dai primi dell’Ottocento in poi, sente l’appartenenza al proprio ceto come responsabilità e missione nei confronti del paese. I movimenti di pensiero e le idee che hanno caratterizzato la cultura nobiliare di quel periodo si sono incarnati non soltanto nell’attività politica o negli scritti filosofici, ma anche e soprattutto dalla grande letteratura ottocentesca da Puškin in poi.

La ricostruzione storica delle vicende del mondo nobiliare potrà così aiutare a restituire concretezza e intelligibilità a molti aspetti trascurati e non sempre colti delle opere della grande letteratura russa ottocentesca.

(Dalla premessa del volume)

Ordina :: Indietro :: In cima :: Tutte le presentazioni

Bacheca