EDUCatt - Ente per il diritto allo studio dell'Università Cattolica

Link funzionali

Accessibilità
Contatti
English

Menù istituzionale

 

DOCENTI

 

SEDI

I-catt

Libri - Soluzioni e strumenti

Presentazione del volume

 


La copertinaFERRARI MASSIMO, LE REGOLE DEL GIOCO. GUIDA STORICA ALLE NORME SULLA STAMPA DI IERI E DI OGGI, 2002, 288 pp., Euro 15

Uno dei luoghi comuni più diffusi nell ’immaginario collettivo È che i giornalisti detengano un potere tanto forte da permettere loro di godere,a differenza degli altri cittadini,di straordinari privilegi.

Tra questi forse il più invidiato È quello di poter svolgere la loro professione svincolati da regole e leggi,quasi che davanti all ’esigenza di informare l ’opinione pubblica tutto fosse concesso, e gli operatori dei mass media fruissero di una sorta di immunità senza limiti. In fondo sono o non sono il Quarto Potere?È legittimo chiedersi se i media oggi operino nel rispetto di precise normative,le osservino e tutelino l ’individualità delle persone e la loro sfera privata.

Come sappiamo,non mancano i “Grandi Fratelli ” che ascoltano e registrano pure quello che non si dovrebbe (Echelon docet): e non si tratta certo di giornalisti.Tuttavia, quel che si È voluto dimostrare,documenti alla mano,È che l ’attività giornalistica È soggetta,nel nostro Paese così come nel resto del mondo,a una serie di leggi e codici ben identificabili,che nessun cronista può pretendere di ignorare. Per condurre l ’analisi di quelle che si sono volute chiamare le “regole del gioco ” non si È potuto prescindere da una sintetica narrazione del loro divenire,dalle origini del giornalismo scritto sino alle soglie del terzo millennio.In seguito si sono descritte le leggi con cui un giornalista deve oggi quotidianamente fare i conti,con particolare riferimento a quelle decise dal Parlamento di recente e ai pronunciamenti dei tribunali e dalla Cassazione,che spesso costituiscono un riferimento ineludibile nell’ispirare i comportamenti dei giornalisti e degli editori: senza la pretesa di sviluppare un saggio di tipo giuridico,ma semplicemente di spiegare,sulla scorta pure di oltre vent ’anni di attività giornalistica,quali e quanti siano i precetti e gli adempimenti di cui si deve tener conto ogni volta che un giornale,soprattutto se cartaceo,ma anche video o radio,viene preparato ed offerto al pubblico dei lettori/spettatori.

Ordina :: Indietro :: In cima :: Tutte le presentazioni

Bacheca