EDUCatt - Ente per il diritto allo studio dell'UniversitÓ Cattolica

Link funzionali

AccessibilitÓ
Contatti
English

Men¨ istituzionale

 

DOCENTI

 

SEDI

I-catt

Libri Soluzioni e strumenti

Guida del Refettorio Ambrosiano

Area download gratuito [open access]

edizione digitale: isbn 978-88-9335-306-9 download

refettorio

Progettare una guida per il Refettorio Ambrosiano di Greco è un compito interessante e di rilievo, che la committenza di Caritas Ambrosiana ha affidato al CREA (Centro di Ricerca per l’Educazione attraverso l’Arte e la mediazione del patrimonio culturale sul territorio e nei musei) dell’Università Cattolica. Tale comunità di ricerca è una fonte innovativa per la formazione di un vivaio d’eccellenza costituito dagli allievi che, all’interno del Master in Servizi educativi per il patrimonio artistico, dei musei storici e di arti visive, si preparano a diventare mediatori del patrimonio artistico.
Al laboratorio di progettazione del master, condotto da Isabella Bertario sono stati affidati lo studio e la realizzazione della guida che ha comportato un periodo necessariamente lungo, non solo di studio, ma anche di conoscenza diretta delle opere presenti in questo luogo, degli artisti, degli architetti e dei designer che le hanno concepite, ma soprattutto di tutti gli attori dell’“Opera” che il Refettorio è, e rappresenta. L’immersione in tale realtà ha permesso una riflessione del tutto innovativa e originale che ha dovuto porsi molte domande per poter essere il più possibile corrispondente al suo oggetto.
Perché mai dotare di una guida una mensa per i poveri, ancorché abbellita da opere d’arte, se non per la consapevolezza che l’operazione che si va ad intraprendere tocca inequivocabilmente il concetto di patrimonio culturale? Il Refettorio Ambrosiano non si configura in una raccolta di opere lì confluite come in un museo o in una collezione pubblica o privata, magari di una banca, quale “ultima spiaggia delle opere”. La costituzione del Refettorio racconta un’altra storia quella di una scintilla nata da un incontro di desideri di persone dentro un evento di grandi e straordinarie dimensioni EXPO 2015 Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Immaginare un cambio di direzione che colma una mancanza: quella del cibo negato. Trasformare le eccedenze di cibo in piatti reinventati da cuochi stellati per un luogo dedicato che da teatro parrocchiale si apre a Refettorio, unitario e straordinario, dove l’ospitalità degli ultimi diventa cultura sulla traccia della buona novella del Vangelo. Per questo spazio gli artisti invitati hanno realizzato opere d’arte e tavoli site specific, le ditte hanno offerto oggetti di design quali lampade, servizi di piatti, stoviglie di primissima scelta, tutto in un tempo incredibilmente breve. Una sinergia che costituisce un unicum, un patrimonio appunto di cultura che produce cultura, un luogo vivo dove si danno convegno carità e bellezza, le dimensioni dell’umano capaci di rinnovare un processo di trasmissione culturale. Come realizzare allora la guida? Dando valore ai beni culturali del Refettorio insieme ai suoi attori. Per chi realizzarla? Il destinatario è un pubblico necessariamente generico, che va dai suoi frequentatori abituali, agli abitanti della zona, ai visitatori della città e più ampiamente del territorio nella sua estensione più ampia. Di qui la scelta di strutturarla secondo vari livelli di lettura e diversi tipi di approcci.
La stella che orienta la navigazione è il marchio stesso del Refettorio Ambrosiano con i suoi otto pesci disposti a cerchio sopra un piatto o un pane. Ogni pesce è un capitolo e una possibile soglia al Refettorio secondo l’interesse e la disponibilità del suo lettore: dalle ragioni dello strumento progettato, alla storia del luogo, alle schede delle opere in due versioni (una più complessa e l’altra più easy), alle notizie sugli artisti, alla voce dei volontari e degli ospiti, fino alle parole chiave in più lingue, quale livello interpretativo concettuale lanciato al visitatore perché ne possa svolgere autonomamente una sua riflessione. La guida è corredata anche da uno strumento squisitamente museale: la scheda di sala, ma anche da un silent book, un raccoglitore di tutte le immagini dei beni del Refettorio, dietro a ciascuna delle quali è proposta una parola-guida. La guida ha quindi uno scopo ambizioso, quello di servire a coniugare la straordinarietà con la quotidianità all’interno di un progetto che non è mai finito, perché non è mai finita la ricerca di significato che lo accompagna.

ISBN edizione cartacea: 978-88-9335-297-0

dalla Presentazione di CECILIA DE CARLI
Direttore del Centro di Ricerca CREA





Bacheca